Forum - Notizie - Galleria Fotografica - Statuto - Assicurazione - Iscrizione e Contatti


 
 Home
 Forum
 Tutte le Notizie
 Galleria Fotografica
 Statuto
 Assicurazione
 Contatti e Iscrizione
 

STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE “CLUB ITALIANO DELOREAN”

ART.1:
E’ costituita l’Associazione di Auto Storiche denominata “CLUB ITALIANO DELOREAN”, in breve “CID” (in seguito indicata anche come “Associazione”), ente non commerciale, di carattere culturale-ricreativo, senza fini di lucro, ai sensi dell’art. 18 della Costituzione Italiana, degli art. 36, 37, 38 del Codice Civile, del D.L. 460/97 e della legge 383/2000, con sede in Via della Ferriera, 15 - Vobarno 25079 BS.
 La sede operativa viene decisa con delibera del Consiglio Direttivo.

ART. 2: Scopo ed oggetto sociale.
L’Associazione non ha scopo di lucro ed è apolitica. Il CLUB ITALIANO DELOREAN si propone di riunire possessori ed estimatori della automobile Delorean DMC 12.
Obiettivi dell’Associazione sono:
· Incoraggiare e favorire l'acquisto, il restauro, la conservazione, l'esposizione e la manutenzione di veicoli definiti d'epoca e/o interesse storico riconosciuto.
· organizzare e partecipare ad incontri, raduni, manifestazioni, gite, cene, eventi automobilistici nazionali ed internazionali;
· sostegno ad eventuali attività sportive dei soci;
· contatti e collaborazioni con pubblicazioni ed Associazioni affini;
· scambio di esperienze, consigli, supporto ai soci nel reperire parti di ricambio, pezzi speciali e quant’altro per mantenimento, efficienza e miglioria delle vetture;
· proselitismo e propaganda;
· eventuale redazione di pubblicazioni a carattere automobilistico, foto e filmati con un particolare riferimento alla Delorean DMC12.

ART.3: Patrimonio ed entrate.
Il patrimonio dell’Associazione è costituito dai beni mobili ed immobili che pervengano ad essa a qualsiasi titolo, da elargizioni e contributi da parte di enti pubblici e privati o persone fisiche, da avanzi netti di gestione.
Per l’adempimento dei suoi compiti, l’Associazione dispone delle seguenti entrate:
· proventi delle quote associative ed eventuali quote integrative;
· contributi dei soci, degli enti e dei privati, da altri proventi derivanti dalle attività statutarie;
· da liberalità;
· sottoscrizioni, raccolte pubbliche, donazioni, contributi e lasciti di enti pubblici, privati, associazioni e soci;
· proventi derivanti da eventuali ed occasionali attività promozionali, determinate nei limiti dei costi specifici di diretta imputazione sostenuti per la loro produzione.
E’ vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili od avanzi di gestione, comunque denominati, nonché fondi, riserve o capitali durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione e la distribuzione siano imposti per legge.
Gli utili o gli avanzi di gestione devono essere impiegati per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.
In nessun caso, e quindi né in caso di scioglimento dell’Associazione né in caso di morte, d’estinzione o di recesso, oppure d’esclusione dall’Associazione, può darsi luogo alla restituzione di quanto versato all’Associazione a titolo di versamento al fondo di dotazione. I versamenti dei soci non creano altri diritti di partecipazione e, in particolare, non creano quote indivise di partecipazione trasmissibili a terzi, né per successione a titolo particolare, né per successione a titolo universale.
Il Consiglio Direttivo annualmente stabilisce la quota di versamento minimo da effettuarsi sia all’atto dell’adesione iniziale, sia dei successivi rinnovi. L’Associazione promuove e propaganda le proprie attività e finalità e porta a conoscenza dei soci tutte le iniziative attraverso i mezzi giudicati più idonei dal Consiglio direttivo (messaggi personali, pubblicazioni, e-mail, posta tradizionale, internet con il mantenimento del sito CLUB ITALIANO DELOREAN oppure quant’altro).

Articolo 4 : Soci
I soci del Club possono essere solo le persone fisiche, sia italiane sia straniere.
Si diventa socio effettivo inoltrando domanda scritta al Consiglio Direttivo e pagando la quota associativa. La quota associativa è intrasmissibile mediante atto tra vivi.
L'ammissione dei nuovi Soci è deliberata dal Consiglio stesso, previa constatazione della sussistenza dei requisiti morali e formali del candidato.
L'adesione al Club comporta l'obbligo di osservare il presente Statuto, l'eventuale Regolamento e le altre deliberazioni che, in base allo statuto stesso, saranno adottate dagli organi direttivi del Club.
I soci devono essere maggiorenni. I soci hanno diritto a partecipare a tutte le attività dell’Associazione. L’iscrizione è rinnovata automaticamente ogni anno a meno di formale recesso dall’Associazione presentato per iscritto.
I Soci possono recedere dall'associazione con dimissioni date a mezzo lettera raccomandata con ricevuta di ritorno indirizzata al Consiglio Direttivo, e spedita almeno due mesi prima della fine di ciascun anno sociale, con efficacia dal successivo.
E' causa di decadenza da socio effettivo il mancato versamento della quota sociale entro il termine che sarà fissato dal Regolamento emanato dal Consiglio Direttivo.
Il Consiglio Direttivo può stabilire una penale per il tardivo pagamento. L’anno è quello solare, dal 1 gennaio al 31 dicembre.
Il Socio decaduto potrà essere riammesso solo presentando nuovamente la domanda d'ammissione.

Articolo 5
Gli organi del Club sono:
· L'Assemblea dei Soci;
· Il Consiglio Direttivo;

Articolo 6 : Assemblea
L'Assemblea dei Soci si riunisce in via ordinaria ogni anno su convocazione del Consiglio Direttivo, oppure in via straordinaria, ogni qualvolta il Consiglio Direttivo lo ritenga opportuno, in altre parole ne sia fatta richiesta scritta da almeno un terzo dei Soci effettivi.
L'Assemblea ordinaria è regolarmente costituita in prima convocazione con la presenza, di persona o per delega, di almeno la metà più uno dei soci effettivi; tuttavia, trascorsa un'ora da quella fissata nella convocazione, l'Assemblea s'intende validamente costituita in seconda convocazione qualunque sia il numero dei Soci effettivi presenti o rappresentati.
Per partecipare alla seduta ed alla votazione il Socio deve essere necessariamente in regola con i versamenti delle quote sociali
Le deleghe possono essere conferite mediante semplice lettera scritta esclusivamente ad altro Socio effettivo, con l'indicazione del numero d'iscrizione del Socio rappresentato.
Le deliberazioni dell'Assemblea si assumono a maggioranza dei voti spettanti ai Soci Effettivi intervenuti o rappresentati.
A presiedere l'Assemblea sarà chiamato il Presidente del Club , in caso di sua assenza il Vice-Presidente o, in mancanza pure di questi, un membro del Consiglio Direttivo o altra persona da questi delegata.
Le modalità di votazione saranno fissate di volta in volta dal Presidente dell'Assemblea.
La convocazione dell'assemblea sarà fatta tramite posta ordinaria, comunicazione tramite email e fax mediante comunicazione inviata al domicilio di ciascun Socio effettivo e spedita almeno trenta giorni prima della data fissata per l'Assemblea. Nella comunicazione dovrà essere indicato l'ordine del giorno, la data ed il luogo dell'Assemblea.
Le modifiche dello Statuto dovranno essere deliberate con la maggioranza dell'80% (ottanta percento) dei voti spettanti a tutti i Soci effettivi, qualunque sia il numero degli intervenuti, se in prima convocazione, e dei voti spettanti ai presenti, se in seconda convocazione.

Articolo 7
L'Assemblea dei Soci delibera in ordine:
· alla nomina dei membri componenti il Consiglio Direttivo
· alla approvazione del rendiconto economico e finanziaro  ( entro il 30 Aprile di ogni anno per l'esercizio precedente )
· all'approvazione dei preventivi di spesa per l'anno in corso;
· alle modifiche dello statuto.

 ART.8: Votazioni per il Consiglio Direttivo (quota elettiva del Consiglio).
Ogni socio ha diritto di voto e di candidatura. Chi vuole essere eletto, deve presentarsi come candidato prima dell’inizio delle votazioni. Il Consiglio Direttivo può decidere le modalità di votazione che consentano l’espressione del voto a distanza, nel rispetto della riservatezza dell’espressione del voto.
I consiglieri eletti rimangono in carica per una durata pari al mandato delle cariche sociali.

ART.9: Consiglio Direttivo.
Il Consiglio Direttivo è costituito dai soci dichiarati nell'atto costitutivo o incaricati successivamente per votazione da parte dell'assemblea.
Il Consiglio elegge al proprio interno le cariche sociali.
Alla carica di consigliere si accompagneranno tutti i compiti d'organizzazione e gestione del Club, come meglio specificate nel Regolamento interno di gestione.
Il Consiglio, qualora non vi abbia provveduto l'atto costitutivo, elegge nel proprio seno il Presidente, il Vice-Presidente, ed il Segretario.
Al Presidente ed al Vice-Presidente spettano la legale rappresentanza del Club: al primo in via ordinaria ed al secondo in via sussidiaria o per delega in caso d'impedimento del primo.
Il Consiglio Direttivo si riunisce tutte le volte che il Presidente lo ritenga opportuno, ovvero qualora ne sia fatta richiesta dalla maggioranza dei Consiglieri.
Per la validità delle deliberazioni occorre la presenza di almeno 3 (tre) membri ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti. In caso di parità prevale il voto del Presidente, o, in sua assenza, quello del Vice-Presidente.
In ogni caso alle riunioni del Consiglio Direttivo deve essere presente il Segretario, ed il Presidente o il Vice-Presidente
Ogni membro del Consiglio ha diritto ad un solo voto, e non sono ammesse deleghe.

Articolo 10
Il Consiglio Direttivo delibera in ordine:
· all'ammissione dei nuovi Soci;alla loro decadenza, esclusione ed alle loro dimissioni;
· alla determinazione delle quote associative annuali e dell'eventuale quota d'ammissione, nonché‚ alle modalità e termini della loro riscossione.

Il Consiglio altresì provvede:
· alla gestione ed all'amministrazione delle attività sociali;
· alla emanazione del Regolamento per l'attuazione degli scopi sociali, per i rapporti con i Soci e per la fissazione di particolari procedure o normative non comprese nel presente Statuto.

Articolo 11
Il Segretario assiste il Consiglio Direttivo, svolge l'attività di segreteria, segue e coordina i rapporti tra i vari Club con cui potrà esservi rapporto , mantiene i contatti tra i Soci effettivi, aggregati, simpatizzanti ed onorari, con le altre associazioni automobilistiche e con la stampa.
Svolge la funzione di Segretario nell'Assemblea dei Soci.
Per l'attuazione dei suoi compiti, il Segretario potrà farsi assistere da una o più persone, anche non socie previa autorizzazione del Consiglio Direttivo.

Articolo 12
Le cariche sociali non sono retribuite. Possono tuttavia dar luogo a rimborso delle spese effettivamente sostenute su delibera del Consiglio, e delle quali il Segretario dovrà dare rendiconto in sede d'Assemblea del Consiglio stesso.

ART.13: Tutela della privacy
Ogni socio autorizza al trattamento dei dati personali, ai sensi della Legge N° 196/2003, ivi compresi i dati sensibili, di cui all’art. 22 della Legge medesima in relazione alla volontà di adesione al CLUB ITALIANO DELOREAN. I soci acconsentono pertanto che nominativi, numeri telefonici fissi e di rete mobile, unitamente agli indirizzi siano conservati in un apposito elenco a disposizione degli organi direttivi e, con esplicito consenso, anche degli altri soci.

ART.14: Responsabilità.
Tutti i soci sono maggiorenni e sono responsabili individualmente all’interno dell’Associazione e durante tutte le attività svolte. L’Associazione in quanto tale declina ogni responsabilità civile e penale.
Durante le manifestazioni collettive i soci si impegnano formalmente ad uno stile di guida e ad un comportamento responsabile, ad un atteggiamento di solidarietà tra i soci e verso gli altri utenti della strada, ad ottemperare incondizionatamente alle norme del codice stradale, a non accettare e diffidare dei confronti velocistici su strade pubbliche, ad evitare situazioni di intralcio alla circolazione o di allarme da parte di pedoni.

ART.15: Scioglimento dell’Associazione.
L’Associazione ha durata illimitata e può essere sciolta, su proposta del Consiglio direttivo con la maggioranza dei 2/3 dei membri, dall’Assemblea con la maggioranza dei 2/3 dei soci.
In caso di scioglimento per qualunque causa l’Associazione ha l’obbligo di devolvere il suo patrimonio ad altre associazioni non lucrative o di pubblica utilità.

ART.16: Clausola compromissoria.
Qualunque controversia dovesse sorgere in dipendenza della esecuzione o interpretazione del presente Statuto e che possa formare oggetto di compromesso, sarà rimessa al giudizio di un arbitro amichevole compositore che giudicherà secondo equità e senza formalità di procedura, dando luogo ad arbitrato irrituale. L’arbitro sarà scelto di comune accordo dalle parti contendenti. In mancanza di accordo, alla nomina dell’arbitro provvederà il Presidente del Tribunale competente per territorio in base al luogo ove ha sede l’Associazione.

ART.17: Modifica dello Statuto
Ogni modifica allo statuto deve essere esaminata preventivamente dal Consiglio direttivo, che ne valuta l’opportunità e validità. Successivamente si propone la modifica all’assemblea. La si considera approvata con la maggioranza dei 2/3 dell’assemblea.

Articolo 18:
Per tutto quanto non contemplato e previsto nel presente Statuto, si fa riferimento alle norme di legge in materia di associazioni, con particolare riferimento a quanto disposto dal Codice Civile.

  Club Italiano Delorean - Associazione No-Profit - Via della Ferriera, 15 - Vobarno 25079 BS - info@dmc12.it